E’ la metà di aprile e il commissario Antonio Mariani non si è ancora ripreso dal grave incidente d’auto accaduto nella tangenziale di Milano mentre ritornava da Lecco. Ha rischiato di non poter più camminare e si trascina in una specie di abulia. E’ la moglie Francesca a scuoterlo: o cercherà di scoprire la verità sull’ispettore Lorenza Petri, accusata di omicidio, o lei lo lascerà. No, non sarà lei a lasciarlo perché è lui che ha lasciato se stesso! E’ trascorso più di un mese dall’omicidio di cui è accusata la Petri e ricostruire l’accaduto non è semplice, ma poco per volta Mariani trova qualche traccia e soprattutto ritrova se stesso.

Mariani e le porte chiuse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *